Paris sans fin: 150 litografie di Alberto Giacometti in mostra alla Fondazione Hermann Geiger

Aggiornato il: 24 nov 2018

A Cecina arriva la Parigi di Giacometti: oltre 150 litografie originali del maestro svizzero ed una selezione di fotografie saranno esposte dal 1 dicembre 2018 al 24 febbraio 2019 presso gli spazi della Fondazione Geiger.


Litografia 045 - Alberto Giacometti - ©Museum - Giacometti

“Paris sans fin. Litografie originali di Alberto Giacometti” è il titolo della mostra allestita presso la Fondazione Geiger di Cecina.

Dopo la mostra di Basilea che ha indagato il rapporto e le influenze reciproche con Francis Bacon, la mostra curata da Klaus Littman espone 150 litografie realizzate dall’artista svizzero tra la fine degli anni Cinquanta e la metà degli anni Sessanta. Un viaggio nella Parigi di metà Novecento, attraverso la personale lettura di uno dei più importanti artisti del secolo scorso.

Scultore, pittore e incisore svizzero, Alberto Giacometti è autore di opere capaci di indagare in profondità l’animo umano, a partire dalle sculture esili e solitarie, espressione tangibile delle fragilità, della solitudine, ma anche della fierezza dell’uomo del Novecento.

La mostra prende il titolo dal lavoro editoriale che ha raccolto le litografie dedicate a Parigi, dove Giacometti si trasferisce per la prima volta nel 1922: “Paris sans fin” è infatti il libro d’artista nato dall’iniziativa dell’amico greco-parigino Emanuel Tériade, tra i principali editori d’arte del XX secolo, che ha pubblicato libri d’artista come “Jazz” di Henri Matisse e “Cirque” di Fernand Léger.

Un’opera fondamentale, considerata il momento culminante del suo lavoro grafico ma anche il suo testamento artistico: realizzato tra difficoltà e interruzioni dal 1958 al 1965 fu infatti pubblicato postumo nel 1969, in una tiratura di soli 250 esemplari.

Un testo dello stesso artista avrebbe dovuto accompagnare le immagini, ma Giacometti non riuscì a terminarlo, ed è incluso incompiuto.


Litografia 123 - Alberto Giacometti - ©Museum - Giacometti

Le 150 opere esposte a Cecina provengono dalla collezione di Carlos Gross, tra le più ampie raccolte di litografie di Giacometti a livello internazionale e sono arricchite da una selezione di fotografie di Ernst Scheidegger, amico dell’artista, che per due decenni ne ha documentato il lavoro in atelier.

L’inaugurazione è prevista per sabato 1 dicembre alle ore 17. La mostra resterà aperta al pubblico fino a domenica 24 febbraio 2019, dalle ore 16 alle ore 20, con ingresso gratuito.

Dopo questa tappa italiana si sposterà prima in Austria e poi volerà oltreoceano, per essere esposta negli Stati Uniti.

“Paris sans fin. Litografie originali di Alberto Giacometti” si configura dunque come l’occasione di ammirare un estratto importante dell’attività di incisore di Giacometti, ed anche come un ponte immaginario tra la Svizzera dell’artista celebre per le figure allungate e sofferenti e quella del farmacista a cui la fondazione cecinese è intitolata.

La Fondazione Hermann Geiger si è costituita infatti nel 2009 per rendere omaggio al farmacista e omeopata svizzero originario di Basilea. Promotrice di attività culturali, di promozione sociale e di valorizzazione del territorio, ha organizzato e ospitato una lunghissima serie di mostre temporanee, dedicate all’arte del Novecento, con nomi come Ernst Ludwig Kirchner, Hermann Hesse, Jean Tinguely, ma anche al cinema, alla scoperta di culture lontane, ai viaggi nello spazio o attraverso i mari, agli oggetti iconici del vissuto quotidiano, come gli scacchi, i giocattoli o i ventagli.


Paris sans fin. Litografie originali di Alberto Giacometti

Periodo: 1° dicembre 2018 – 24 febbraio 2019

Orario di apertura: tutti i giorni dalle 16 alle 20

Fondazione Culturale Hermann Geiger

Piazza Guerrazzi 32, Cecina (LI)

Ingresso libero

https://www.fondazionegeiger.org/it/


- Chiara Beni



Litografia 096 - Alberto Giacometti - ©Museum - Giacometti