Aggiornamento: ott 21

With the winners announcement, the twelfth edition of PREMIO COMBAT PRIZE, the international contemporary art competition created by the cultural association Blob Art, with the co-participation of the Municipality of Livorno, the contribution of the Livorno Foundation and the support of the Sillabe publishing house ended on saturday 9 October.

The jury, composed of Andrea Bruciati, Davide Ferri, Francesca Baboni, Francesca Canfora, Kiki Mazzucchelli, Lorenzo Balbi, Stefano Taddei, has chosen Francesco Casati as the winner of the Painting section with the work "Mirò" with the following motivation: two figures float against the background of an indeterminate landscape, of clouds and vapours, and seem to be of the same substance as that landscape, subjected to a force that tends to deform and lengthen them. The chessboard functions as a centre of gravity, the concentration that gathers around it is another force that resists this deformation or movement. The composedly dreamlike atmosphere of quiet surrealism is common to several painters of his generation, but in the painting it is rendered above all through a layered, vibratory painting, a wave-like movement that runs through the image, lighting up in some places and dissipating in others.

Special mention of the jury to Michele Savino.


Francesco Casati - Mirò, acrilico e olio, tela 180x150


For the Photography section, the jury declared Giulia Marchi the winner with her work "La natura dello spazio logico" (The nature of logical space) for the depth of her research, which succeeds in combining in an excellent way a profound reflection on literature and philosophy and a formal rendering in which references to the history and technique of the photographic process emerge clearly.

Special mention of the jury to Elia Pinna.



Giulia Marchi - La natura dello spazio logico stampe fotografiche analogiche da lastra 13 x 18 cm, carta baritata bergger prestige cb polittico composto da 6 moduli, cm 198 x 29,5.
Giulia Marchi - La natura dello spazio logico stampe fotografiche analogiche da lastra 13 x 18 cm, carta baritata bergger prestige cb polittico composto da 6 moduli, cm 198 x 29,5.


For the Drawing section, the jury awarded PL with the work "Digiunare sull’erba" (Fasting on the grass) for its presentation as a drawing that intends to subvert the meaning of a famous Impressionist painting while paying homage to it. With a style that plays on two reading levels, that of reality and our unconscious, with the ability to recreate with the use of pastel a submerged world that takes up philosophical themes and invites meditation and reflection on the immaterial and material duality of life.

Special mention of the jury to Alessandra Brown.



https://www.premiocombat.it/pl-79047
PL - Digiunare sull’erba pastello e inconscio, carta 21x15 cm


The jury declared Luca Petti the winner of the Sculpture/Installation section with the work "Specie elastiche per crepe dinamiche" (Elastic species for dynamic cracks) for his original way of blending tradition and contemporary in his sculptural practice, using a technical skill that combines innovative materials, such as tropicalised iron and bismuth, succeeding in giving voice to current issues linked to increasingly invasive human intervention in nature.

Special mention of the jury to Giuseppe de Mattia.



Luca Petti - Specie elastiche per crepe dinamiche cilindro in ferro calandrato tropicalizzato e fusione in bismuto, ferro zincato e bismuto 100 cm x 20 cm di diametro
Luca Petti - Specie elastiche per crepe dinamiche cilindro in ferro calandrato tropicalizzato e fusione in bismuto, ferro zincato e bismuto 100 cm x 20 cm di diametro


Finally, for the Video section, the jury awarded the prize to Enrico Marcon with the work "Noblesse Obligehhrg 2". These are the reasons: dry, concentrated, with a few essential elements that give the work freshness and irony. Human too human, one might say, an almost Nietzschean metaphor on the crisis of contemporary man after the pandemic: exhausted perhaps but still able to get up and feel alive simply by listening to his breath.

Special mention of the jury to Eleonora Luccarini.





For what concerns special awards, the "SAC contemporary art space" prize, which consists in the realisation of a site-specific project and a dedicated publication in the upcoming 2022 programming of the SAC, is awarded to Elena Shaposhnikova for having been able to represent with originality the eternal human effort to overcome the barriers of living, focusing on this attempt and leaving to each of us how to understand or complete this "climb".



Elena Shaposhnikova - Attraverso le spine fino alle stelle, olio su tela 130 x 164 cm
Elena Shaposhnikova - Attraverso le spine fino alle stelle, olio su tela 130 x 164 cm


The ART TRACKER prize, which foresees the inclusion of an artist under 35 in the program of events of Lucca Art Far 2021 with a new curatorial project, is awarded ex aequo to Erika Pellicci and Marco Rossetti for having been able to create, both, a disturbing urban or natural landscape, mnemonic and effective, between experienced and imagined places, which creates an effective disorientation in the spectator, creating differences in different levels, engulfing perception and introspection. With an important narrative and imaginative will that transforms suggestion into story.


Erica Pellicci - Il luogo d’origine. video installazione 04:33
Erica Pellicci - Il luogo d’origine. video installazione 04:33

Marco Rossetti - Like a morning star stampa su carta cotone hahnemuhle, legno e forex 150x148 cm
Marco Rossetti - Like a morning star stampa su carta cotone hahnemuhle, legno e forex 150x148 cm

The Poliart prize has been awarded to Monika Grycko for her ability to take up the ancient technique of ceramics and mix it with contemporary suggestions, with an attentive eye to the dynamics of the present day. With the ability to develop a complex discourse that touches on burning issues, with references to literature and cinema and at the same time the ability to use different materials. The Poliart company, leader in the expanded polystyrene sector, will support the production of a new work by the artist.


MoniKa Grycko - Water Walk With Me 2 - Tecnica mista, terracotta, ferro, resina epoxidica
MoniKa Grycko - Water Walk With Me 2 - Tecnica mista, terracotta, ferro, resina epoxidica

Lastly, the "Popular Jury Prize", awarded on the basis of the preferences expressed by the participating public, will go to Roberto Goldoni, Matteo Mauro Studio, Stefano Lepori and Jan Škop.


438 visualizzazioni

Aggiornamento: ott 21

Con l’annuncio dei vincitori si è conclusa sabato 9 Ottobre la dodicesima edizione del PREMIO COMBAT PRIZE, concorso internazionale d’arte contemporanea ideato dall’Associazione culturale Blob Art, in compartecipazione con il Comune di Livorno, con il sostegno della Fondazione Livorno e della casa editrice Sillabe insieme al partner Opera Laboratori, oltre che di Poliart, azienda leader nella produzione di polistirene espanso.

La giuria, composta da Andrea Bruciati, Davide Ferri, Francesca Baboni, Francesca Canfora, Kiki Mazzucchelli, Lorenzo Balbi, Stefano Taddei, ha scelto come vincitore della sezione Pittura Francesco Casati con l'opera "Mirò" con la seguente motivazione: due figure fluttuano sullo sfondo di un paesaggio indeterminato, di nuvole e vapori, e sembrano della stessa sostanza di quel paesaggio, sottoposte a una forza che tende a deformarle, ad allungarle. La scacchiera funziona come baricentro, la concentrazione che vi si raccoglie attorno è un'altra forza che resiste a questa deformazione o movimento. L’atmosfera compostamente onirica, di pacato surrealismo è comune a diversi pittori della sua generazione, ma nel dipinto è resa soprattutto attraverso una pittura stratificata, vibratile, un movimento ondulatorio che attraversa l’immagine accendendosi in alcuni punti e disperdendosi in altri.

Menzione speciale della giuria a Michele Savino.


Francesco Casati - Mirò, acrilico e olio, tela 180x150
Francesco Casati - Mirò, acrilico e olio, tela 180x150

Per la sezione Fotografia, la giuria ha decretato vincitore Giulia Marchi con l’opera "La natura dello spazio logico" per la profondità della ricerca che riesce a coniugare in maniera eccellente una profonda riflessione sulla letteratura e la filosofia e una resa formale in cui evidenti emergono i riferimenti alla storia e alla tecnica del processo fotografico.

Menzione speciale della giuria a Elia Pinna.


Giulia Marchi - La natura dello spazio logico stampe fotografiche analogiche da lastra 13 x 18 cm, edizione di 3 esemplari, carta baritata bergger prestige cb polittico composto da 6 moduli, cm 198 x 29,5.
Giulia Marchi - La natura dello spazio logico stampe fotografiche analogiche da lastra 13 x 18 cm, carta baritata bergger prestige cb polittico composto da 6 moduli, cm 198 x 29,5.

Per la sezione Disegno, la giuria ha premiato PL con l’opera "Digiunare sull’erba" per il suo presentarsi come un disegno che intende sovvertire il significato di un celebre dipinto impressionista omaggiandolo al contempo. Con uno stile che gioca su due piani di lettura, quello della realtà e del nostro inconscio, con l'abilità di ricreare con l'uso del pastello un mondo sommerso che riprende tematiche filosofiche e invita alla meditazione e alla riflessione sulla dualità immateriale e materiale della vita.

Menzione speciale della giuria a Alessandra Brown.


PL - Digiunare sull’erba pastello e inconscio, carta 21x15 cm
PL - Digiunare sull’erba pastello e inconscio, carta 21x15 cm

La giuria ha decretato vincitore per la sezione Scultura/Installazione Luca Petti con l’opera "Specie elastiche per crepe dinamiche" per aver saputo fondere in modo originale nella sua pratica scultorea tradizione e contemporaneità, usando una perizia tecnica che combina materiali innovativi, come ferro tropicalizzato e bismuto, riuscendo a dare voce a tematiche attuali legate al sempre più invasivo intervento umano sulla natura.

Menzione speciale della giuria a Giuseppe de Mattia.


Luca Petti - Specie elastiche per crepe dinamiche cilindro in ferro calandrato tropicalizzato e fusione in bismuto, ferro zincato e bismuto 100 cm x 20 cm di diametro
Luca Petti - Specie elastiche per crepe dinamiche cilindro in ferro calandrato tropicalizzato e fusione in bismuto, ferro zincato e bismuto 100 cm x 20 cm di diametro

Infine per la sezione Video, la giuria ha assegnato il premio a Enrico Marcon con l’opera "Noblesse Obligehhrg 2". Queste le motivazioni: asciutto, concentrato, con pochi essenziali elementi che conferiscono al lavoro freschezza e ironia. Umano troppo umano verrebbe da dire, una metafora quasi nietzschiana sulla crisi dell'uomo contemporaneo post pandemia: sfinito forse ma ancora capace di rialzarsi e sentirsi vivo ascoltando semplicemente il suo respiro.

Menzione speciale della giuria a Eleonora Luccarini.



Per quanto riguarda i premi speciali, il premio “SAC spazio arte contemporanea”, che consiste nella realizzazione di un progetto site specific e una pubblicazione dedicata nella prossima programmazione 2022 del SAC, viene assegnato a Elena Shaposhnikova per aver saputo rappresentare con originalità l’eterno sforzo umano di superare le barriere del vivere, focalizzandosi su tale tentativo e lasciando ad ognuno di noi come comprendere o completare questa “ scalata “.


Elena Shaposhnikova - Attraverso le spine fino alle stelle, olio su tela 130 x 164 cm
Elena Shaposhnikova - Attraverso le spine fino alle stelle, olio su tela 130 x 164 cm

Il premio ART TRACKER, che prevede l’inserimento di un artista under 35 nella programmazione eventi di Lucca Art Far 2021 con un nuovo progetto curatoriale, è conferito ex aequo ad Erika Pellicci e Marco Rossetti per aver saputo creare, entrambi, un paesaggio urbano o naturale disturbante, mnemonico ed effettivo, tra luoghi vissuti e immaginati, che crea uno spaesamento efficace nello spettatore, creando scarti di livelli differenti, fagocitando la percezione e l'introspezione. Con una volontà narrativa e immaginifica di rilievo che trasforma la suggestione in racconto.


Erica Pellicci - Il luogo d’origine. video installazione 04:33
Erica Pellicci - Il luogo d’origine. video installazione 04:33

Marco Rossetti - Like a morning star stampa su carta cotone hahnemuhle, legno e forex 150x148 cm
Marco Rossetti - Like a morning star stampa su carta cotone hahnemuhle, legno e forex 150x148 cm

Il premio Poliart, viene assegnato a Monika Grycko, per la capacità di sapersi appropriare della tecnica antica della ceramica mischiandola a suggestioni contemporanee, con un occhio attento alle dinamiche dell'attualità. Con la capacità di elaborare un discorso complesso che va a toccare le maglie di problematiche scottanti, con riferimenti alla letteratura e al cinema e al contempo con la sapienza di utilizzare materiali differenti. L’azienda Poliart, leader nel settore del polistirene espanso, sosterrà la produzione di una nuova opera dell’artista.


MoniKa Grycko - Water Walk With Me 2 - Tecnica mista, terracotta, ferro, resina epoxidica
MoniKa Grycko - Water Walk With Me 2 - Tecnica mista, terracotta, ferro, resina epoxidica

In ultimo, il “Premio della giuria popolare - Paolo Ristori”, conferito in base alle preferenze espresse dal pubblico partecipante, viene assegnato a Roberto Goldoni, Matteo Mauro, Stefano Lepori e Jan Škop.

1,034 visualizzazioni

Si rinnova anche quest’anno, in occasione della dodicesima edizione del Combat Prize, la fruttuosa collaborazione, già avviata nelle scorse edizioni, con l’azienda POLIART. L’intento reciproco delle due realtà è quello di consolidare il dialogo fra arte, impresa e territorio, così fondamentale per la crescita dell’arte contemporanea. POLIART, che trova sede a Capannori, Lucca, è specializzata nella produzione di prodotti in polistirolo e polistirene espanso di utilizzo prettamente industriale. Dal 2007 decide di dar forma ad una visione più artistica e artigianale dell’azienda, mettendo a disposizione degli artisti le più alte tecnologie, focalizzando l’attenzione sulle potenzialità del polistirolo come materiale dedicato alla pratica scultorea, installativa e di disegno industriale e al contempo portando avanti un costante affinamento delle tecniche robotiche attraverso le quali questo materiale viene scolpito e plasmato.


Maurizio Cattelan, We’ll Never Die, 2019 Vista dell'installazione di Victory is Not an Option: Maurizio Cattelan at Blenheim Palace, Blenheim Palace, Oxfordshire, UK, 2019.  ® Tom Lindboe, courtesy Blenheim Art Foundation.
Maurizio Cattelan, We’ll Never Die, 2019 Vista dell'installazione di Victory is Not an Option: Maurizio Cattelan at Blenheim Palace, Blenheim Palace, Oxfordshire, UK, 2019. ® Tom Lindboe, courtesy Blenheim Art Foundation.

L’azienda offre una gamma di strumenti perfettamente sincronizzati pronti a sviluppare idee volte a proporre soluzioni e forme innovative in un mondo a trazione 3D, mirando a rendere la creatività più semplice ed accessibile.

POLIART, che vanta già numerose collaborazioni con artisti di fama nazionale ed internazionale, spalanca le sue porte ad artisti giovani ed emergenti, supportandoli nella creazione dei loro prodotti artistici, attraverso la produzione delle loro opere.


Grazie alla collaborazione con il Combat Prize già due artisti, Giulia Maiorano ed il duo Penzo_ Fiore, vincitori delle edizioni passate del premio, hanno intrapreso una collaborazione con questa innovativa realtà aziendale che li ha supportati nel loro processo creativo. Il nuovo vincitore del Premio POLIART sarà proclamato sabato 9 ottobre presso il Museo civico Giovanni Fattori di Livorno durante la cerimonia di premiazione della dodicesima edizione del Combat Prize.


- Redazione


Per info:

POLIART srl

Via di Carraia, 115 - Capannori - Lucca

Tel: +39 0583 980115

Email: info@poliart.it

W www.poliart.it

63 visualizzazioni